Un tempo le innovazioni rivoluzionarie all’interno dello stesso settore avvenivano a grande distanza l’una dall’altra. Basti pensare che sono passati 500 anni dall’invenzione di Gutenberg alla comparsa della prima stampante digitale!

Siamo però entrati in un’epoca dove i cambiamenti che una volta impiegavano diverse generazioni, ora avvengono nel giro di pochi anni.

Una delle più grandi  tecnologie del 21° secolo è l’Intelligenza Artificiale (o IA), ovvero il processo attraverso il quale i computer riproducono le capacità di pensare di un essere intelligente. Se pensi che stiamo parlando di scenari futuristici e quasi fantascientifici sbagli, computer dotati di sistemi di auto apprendimento stanno già facendo cose sbalorditive.

Nel 2017, per esempio, il programma di intelligenza artificiale sviluppato da Google DeepMind e chiamato AlphaGo Zero è riuscito a vincere sui più grandi campioni mondiali nell’antico gioco cinese del GO.

Se lavori nel settore immobiliare dovresti riconoscere le potenzialità dell’intelligenza artificiale e non vederla come una minaccia.

La buona notizia è che l’intelligenza artificiale è più efficace quando lavora al fianco degli esseri umani anziché sostituirli. Ecco perché le società immobiliari di maggior successo saranno quelle che adotteranno l’intelligenza artificiale e la useranno per rivoluzionare il modo di gestire il proprio business. Vediamo come.

L’IA aumenterà la rilevanza degli immobili proposti

Uno dei modi migliori per assicurarsi una vendita è fornire agli acquirenti l’immobile perfetto per loro. Conoscere i tuoi clienti richiederà ancora venditori di talento che siano in grado di parlare con loro, di comprendere le loro esigenze e trovare esattamente quello che stanno cercando.

Dovranno tuttavia anche essere in grado di convertire ciò che apprenderanno in dati che un algoritmo possa utilizzare.

L’IA sarà quindi in grado di prendere il controllo personalizzando ogni interazione con il cliente, riunendo tutte le tue attività di marketing in modo tale da poter aggregare i dati e capire cosa funzionerà meglio in ogni punto di contatto tra venditore e compratore. Ad esempio, potrà personalizzare la descrizione ed il set di immagini che utilizzerà per proporre un immobile in base a ciò che ha funzionato bene per altri clienti simili.

Questo sarà particolarmente importante nell’ambito delle ricerche sul web. Se un software basato sull’intelligenza artificiale sarà in grado di individuare gli immobili perfetti per ogni differente visitatore, sarai certo di diventare rapidamente un consulente immobiliare di successo. Si tratta ti trovare modi ingegnosi per aiutare l’IA a supportarci in quello che stiamo già facendo, ma ad un livello molto più efficace.

L’IA può aiutarti a vendere meglio alle persone

Un altro vantaggio dell’IA è che non dorme mai. Ciò significa che puoi utilizzare i chatbot (una sorta di autorisponditori) basati su intelligenza artificiale per fornire una copertura 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ai clienti che visitano il tuo sito web o i tuoi profili di social network. Questi programmi possono “chattare” con i clienti a tuo nome ed aiutarti a guadagnare denaro anche quando dormi e l’ufficio è chiuso.

I chatbot diventano di anno in anno sempre più popolari e  stanno giungendo al punto in cui presumibilmente supereranno il test di Turing. In altre parole, i migliori robot di chat ora sono effettivamente indistinguibili dalle persone reali e possono rivelarsi molto utili quando si tratta di interagire con gli agenti immobiliari.

Altra buona notizia è che i consulenti immobiliari saranno ancora necessari per redigere contratti, rispondere ai telefoni e gestire le visite in loco. Il fatto è che possiamo usare l’intelligenza artificiale per automatizzare gran parte del lavoro e liberare il nostro tempo per dedicarlo a compiti più redditizi.

Costruzione di relazioni a lungo termine

Le persone non usano i servizi delle agenzie immobiliari una volta sola nella vita. Le statistiche dicono che ciascuno di noi abbia a che fare mediamente con una compravendita immobiliare ogni dieci anni. Nonostante ciò gli agenti immobiliari si sono storicamente concentrati sul “qui e ora” senza pensare al futuro.

Adesso, grazie all’IA, è possibile continuare a sviluppare queste relazioni a lungo termine attraverso i sistemi di gestione delle relazioni con i clienti (CRM) basati su intelligenza artificiale. In effetti, la tecnologia è diventata così efficace che l’IA può predire se le persone avranno bisogno di cambiare casa nel prossimo futuro.

Mi riferisco in particolare all’algoritmo di Facebook chiamato likely to move, operativo fino ad agosto 2018, utilizzato per anni dagli agenti immobiliari statunitensi per costruire campagne pubblicitarie mirate.

L’intelligenza artificiale può anche essere utilizzata nel campo della gestione delle proprietà per monitorare le metriche vitali e per prevedere quando sarà necessaria la manutenzione o quando potrebbero verificarsi dei guasti. Può persino essere utilizzata per monitorare aree geografiche specifiche e tendenze a lungo termine in termini di tassi di criminalità, prezzi degli immobili e altro ancora.

Conclusioni

Quindi è chiaro che l’intelligenza artificiale ed il settore immobiliare sono fatti uno per l’altro e non dovremo sorprenderci di vederli crescere parallelamente nei mesi e negli anni a venire.

La vera domanda è capire quanto ognuno di noi sarà in grado di cavalcare l’onda e sfruttare le nuove tecnologie a proprio vantaggio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti a ImmoScan la mia fantastica newsletter!